Voucher camionisti: fino a 2500 euro

Voucher camionisti: cos’è e come ottenerlo

 Iscriviti subito alla nostra newsletter compilando il modulo qui sotto per non perderti nessun aggiornamento in merito al “voucher Camionisti”. Ti terremo informato man mano che ci saranno notizie certe in merito al voucher, al fine di farti ottenere fino a 2500 euro per il conseguimento della patente C e CQC.

Sebbene sia sicuramente un impiego professionale duro e impegnativo, non sono pochi i giovani che sognano di diventare camionisti.

Vuoi per quel desiderio di mordere l’asfalto vuoi per il grande senso di libertà e autonomia, fatto sta questo lavoro si sta lentamente riscoprendo anche a fronte di condizioni migliori rispetto al passato.

C’è però un grosso “ma” da considerare, quello relativo ai costi. Potrai anche non essere informato su tutte le ultime news nel settore autotrasporti, ma saprai sicuramente come la patente C, la più richiesta e utilizzata in ambito professionale, abbia dei costi importanti spesso fuori portata per i più giovani.

Ed è proprio qui che entra in gioco il recente Voucher Camionisti. Che cos’è? Cosa prevede? A chi è dedicato?

Un attimo di pazienza e ti forniremo tutte le indicazioni di cui hai bisogno in maniera chiara ed esaustiva.

Voucher Camionisti 2022: che cos’è

Se leggendo il titolo hai automaticamente pensato a una sorta di bonus o agevolazione della patente, sappi che non ti sei discostato poi di molto dalla verità.

Il Voucher Camionisti 2022, infatti, è un bonus dedicato a tutti coloro intenzionati a prendere la patente C e conseguentemente a lavorare come autotrasportatori.

Questo bonus puoi considerarlo come il risultato diretto dell’apposito disegno di legge contenuto all’interno del decreto Milleproroghe nel quale è stato istituito un fondo di 3.7 milioni di Euro per il 2022 e 5.4 milioni di Euro dal 2023 al 2026 per finanziare i giovani intenzioni a intraprendere questa carriera. Non è un caso, difatti, se il suddetto fondo è stato denominato “Programma patenti giovani autisti per l’autotrasporto”.

L’importo massimo ottenibile per singola persona sarà di 2.500 Euro e, dettaglio di una certa importanza, il bonus va considerato una tantum e in alcun modo costituisce il reddito imponibile del soggetto beneficiario.

E per comprendere appieno l’importanza attuale e sopratutto futura di tale agevolazione, può essere utile leggere le parole stesse di Alessandro Morelli, ideatore del Voucher Camionisti 2022 e vice ministro delle Infrastrutture: “All’erogazione di questo voucher, che ha incontrato anche il favore del ministro Enrico Giovannini, saranno destinati 25,3 milioni di euro in 5 anni: in questo modo si potrebbe raggiungere l’obiettivo di formare almeno 10mila nuovi giovani conducenti di mezzi pesanti”

Diventare autotrasportatori: i costi

Prima di vedere nel dettaglio i vari dettagli funzionali del Voucher Camionisti 2022, è importante ai fini del discorso chiarire alcuni particolari riguardanti i costi da sostenere per diventare autotrasportatori.

Abbiamo appena visto come il Voucher Camionisti permetta l’ottenimento di un incentivo una tantum di 2.500 Euro, cifra di per sé importante che potrebbe farti chiedere legittimamente quanto costi diventare un camionista.

Qualora non ne fossi a conoscenza, infatti, i costi da sostenere sono elevati e nella maggior parte dei casi pensa che l’ottenimento della sola patente C raramente è sufficiente.

Ma iniziamo dalle basi.

Dunque, la patente C può essere conseguita a partire dai 21 anni di età e consente la guida di:

  • Autocarri per il trasporto merci con relativa massa complessiva calcolata a pieno carico superiore alle 3.5 tonnellate
  • Veicoli di questa tipologia in cui, oltre al conducente, i posti adibiti raggiungono il numero massimo di 8 persone

Il dettaglio essenziale su cui concentrarsi è però un altro. Devi sapere che la patente C da sola permette al suo titolare sì di guidare mezzi per il trasporto merci, ma solo in autonomia! Il trasporto professionale vero e proprio richiede la cosiddetta Carta Qualificazione del Conducente, conosciuta anche tramite il suo acronimo CQC.

Quindi? Di che spese parliamo?

Considera che in una scuola guida la patente C ha un costo che si aggira mediamente intorno ai 1.200 Euro.

La grossa spesa, però, è senza alcun dubbio quella che concerne la Carta di Qualificazione del Conducente. In media si parla di spese complessive che possono facilmente superare i 2.000 Euro.

Comprendi quindi come un esborso minimo di 3.000 Euro per ottenere tutti i requisiti necessari è spesso eccessivo per un giovane e il bonus di cui abbiamo parlato serve proprio per cercare di abbattere in maniera sostanziosa tali spese.

Ma ora vediamo come funziona in dettaglio.

Voucher Camionisti 2022: a chi spetta

Vediamo adesso nel dettaglio le caratteristiche funzionale del bonus:

  • Il Voucher Camionisti 2022 sarà erogato e concesso per tutti i cittadini di età compresa tra i 18 e i 35 intenzionati a diventare autotrasportatori.
  • L’importo massimo del bonus potrà essere pari all’80% delle spese sostenute e comunque sia il suo limite è fissato a 2.500 Euro da intendersi come agevolazione una tantum e senza che sia configurabile come reddito imponibile per il beneficiario.
  • Le tempistiche nelle quali richiedere il bonus vanno dal 1 Luglio 2022 al 31 Dicembre 2026.

Voucher Camionisti 2022: come ottenerlo

Sebbene ancora non vi siano delle disposizioni chiare in merito, tutto lascia presupporre che l’intera procedura necessaria per l’ottenimento sarà gestita online in maniera tale da rendere le cose più dinamiche, fluide e soprattutto user friendly.

Anche il mezzo sui cui sarà possibile avanzare la propria domanda di ottenimento è tuttora sconosciuto. Con buonissime probabilità si tratterà di una piattaforma proprietaria riconducibile alla gestione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e difatti, non a caso, circa 1 milione di euro del fondo preventivato per il 2022 sarà adibito alla realizzazione e gestione del portale operativo.

Attualmente siamo quindi in attesa di conoscere i decreti attuativi definiti con un apposito decreto dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e dal ministro dell’Economia e delle Finanze.

Voucher Camionisti 2022: conviene?

Già solo la possibilità di abbattere i costi previsti sino all’80% dovrebbe essere di per sé un incentivo sia economico sia ideologico in grado di far rispondere con una certa immediatezza alla domanda posta dal titolo, per completezza d’informazione, però, andiamo ad analizzare più a fondo la faccenda.

Sicuramente ne sarai già al corrente, ma devi sapere che attualmente il trasporto su gomma riveste un ruolo centrale non solo in Italia ma in generale in tutta Europa. Pensa che in Italia più dell’85% dei nostri prodotti viaggia su gomma, percentuale che invece in Europa è di poco superiore al 76%.

Numeri quindi di una certa importanza che evidenziano anche come non sia affatto un caso se la richiesta di autotrasportatori da parte delle aziende si mantiene ancora alta. L’attuale parco di persone impiegate nel settore è infatti insufficiente per sbrigare al meglio delle potenzialità tutte le varie consegne previste, per questo la possibilità di ottenere un’agevolazione sulla patente sotto forma di voucher è senza alcun dubbio apprezzata.

Al quadro appena fornito bisogna poi aggiungere un particolare, quello relativo alla delocalizzazione del trasporto su gomma. È una consuetudine ormai diffusa quella che vede diversi titolari di aziende di autotrasporti cercare di sopravvivere all’eccessiva pressione fiscale italiana delocalizzando all’estero trovando magari una disponibilità di personale impossibile da trovare nel nostro Paese.

La verità è che il trasporto su gomma riveste un ruolo di basilare rilievo anche da un punto di vista occupazionale, tanto è vero che da qui a 5 anni è stato stimato come solo in Italia sarà necessario trovare ben 20.000 autotrasportatori, 180.000 in tutta Europa.

Ovvio allora come un’agevolazione massima di 2.500 Euro ottenibile una tantum possa fare una bella scossa al settore e far sì che coloro che sinora si erano sempre trovati impossibilitati a conseguire la patente C e il CQC, trovino i mezzi per farlo.

Voucher Camionisti 2022: ulteriori informazioni

Come detto in precedenza, attualmente il Voucher Camionisti 2022 è stato definito a livello generale, mancano ancora molti particolari che verranno svelati dal governo nei mesi successivi.

Benché la finestra temporale accettata sia molto ampia, è quanto mai opportuno essere sempre informati costantemente su tutte le novità in procinto di essere rilasciate e su le varie regolamentazioni burocratiche o sui requisiti necessari per accedere all’agevolazione.

I dettagli di natura economica non dovrebbero cambiare, ma per esserne certi e poter quindi in seguito avanzare la propria richiesta di accesso al voucher occorre aggiornarsi con periodicità.

Come fare?

Semplice, compilando il modulo in basso, Guida e Vai ti informerà regolarmente su tutti gli sviluppi in merito e quando finalmente la procedura sarà stata definita appieno.

Ovviamente saper fornire informazioni corrette e precise è sempre un merito, ma oltre a questo c’è di più. C’è sopratutto la passione che mettiamo quotidianamente nel nostro lavoro ed è proprio questa che ci fa essere sempre un passo avanti agli altri nel fornire al cliente tutte le indicazioni di cui ha bisogno.

Compila il modulo per essere sempre aggiornato in merito al “Voucher Camionisti”! 

Copyright © 2022 - Guida e Vai S.r.l. - P.IVA 12018560966

0