Guidare sicuri si può!

Sbandata, colpo di sonno, ostacoli improvvisi e troppo alcool in corpo per mantenere la stabilità al volante. L’incidente stradale è una delle principali cause di morte per la popolazione mondiale. Ecco i nostri consigli per affrontare la situazione attuando una guida sicura e responsabile.

Guidare sicuri si può!
Secondo molte statistiche ufficiali, la prima causa di morte, per la popolazione mondiale d’età compresa tra i 15 e i 29 anni, è proprio l’incidente stradale. Si rende per questo necessario rafforzare le misure utili allo sviluppo di una mobilità sostenibile e al miglioramento della sicurezza stradale. La Riforma del Codice della Strada e le modifiche attuate, in seguito all’approvazione del Decreto di legge di Stabilità 2016, sono finalizzate proprio a quest’obiettivo. Coerentemente con le disposizioni dell’Unione Europea, l’Italia s’impegna a rendere le sue strade più sicure, e questo grazie al prezioso contributo di automobilisti coscienziosi e attenti.

Sanzioni contro gli incidenti stradali

La diminuzione del numero delle vittime della strada in Italia, quasi dimezzato in un decennio (dai 10 ogni 100.000 abitanti nel 2004 a meno di 6 nel 2014) e in lento calo secondo i dati ISTAT è legata all’evoluzione legislativa in merito. La sua applicazione e l’inasprimento delle sanzioni e delle pene detentive, contestate dai più, hanno reso veicoli e strade più sicuri, spingendo l’automobilista ad attuare comportamenti legittimi e coscienziosi. L’introduzione del reato di omicidio stradale, nel nuovo Codice della strada, è l’esempio perfetto per comprendere il circolo virtuoso che si vuole attuare nell’immenso e variegato sistema stradale; spingendo gli automobilisti a scegliere di non guidare in stato di ebbrezza, sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o compiendo infrazioni.

Guidare in sicurezza per sé stessi e per gli altri

L’origine del comportamento sicuro risiede in atteggiamenti e logiche di pensiero che si acquisiscono fin dall’infanzia. Le abitudini quotidiane e gli stili di guida, sono fondamentali per automobilisti sicuri e responsabili. Negli ultimi tempi, tutte le comunità si stanno attivando con campagne di sensibilizzazione verso comportamenti sicuri sulle strade, attraverso strumenti didattici pensati per studenti di scuole di ogni ordine e grado.

Guida sicura: i dieci comandamenti

Ecco una sintetica guida pensata per tutti gli automobilisti, esperti e/o alle prime armi, che vogliono guidare in modo sicuro e responsabile.

1. Evitare le accelerazioni brusche

Gli amanti della guida sportiva dovrebbero correre solo in pista e nelle condizioni più idonee, magari supportati da personale esperto. Rispettare i limiti di velocità imposti vi farà viaggiare sani e salvi, evitando di rischiare la vita inutilmente, con notevoli risparmi economici. In particolare i neopatentati dovrebbero rispettare più degli altri le regole in vigore e le limitazioni, oltre alla specifica multa per l’eccesso di velocità e alla sospensione della patente da 2 ad 8 mesi, potrebbero pagare sanzioni che vanno da 161 a 646 euro; a seconda di quanto la velocità rilevata eccede il limite.

 2. Prima di partire sistemate adeguatamente la vostra postazione alla guida

Evitate di avere le braccia troppo distese, questa semplice consuetudine è importante soprattutto in curva, per non essere costretti a sollevare le spalle dal sedile e quindi assumere una posizione scomoda, scorretta, ma soprattutto in grado di diminuire la sensibilità di guida.
Anche il poggiatesta, se non regolato in maniera regolare, può provocare gravi lesioni in caso di urto, pertanto regolatelo sempre portandolo qualche almeno 2-3 cm sopra il capo.

3. Colpo di sonno

Evitate di guidare ininterrottamente per più di 2/3 ore. Fate delle fermate, rifocillatevi e ripartite, la maggior parte degli incidenti stradali è causata dalla stanchezza. Cercate di non mettervi al volante per lunghi tratti stradali dopo un pranzo abbondante, la sonnolenza digestiva gioca brutti scherzi anche agli automobilisti più esperti. Ricordiamo che per evitare gli incidenti stradali causati dai colpi di sonno, nel corso del 2016, saranno obbligatori test medici per certificare l’idoneità psico-fisica alla guida.

4. Se bevi non guidare

La guida in stato di ebbrezza è un reato, quindi è obbligatorio, essere responsabili, scegliendo di non mettersi al volante se si è bevuto troppo o se si è sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

5. Allacciate la cintura di sicurezza e utilizzate l’apposito sedile per i bambini

Senza cintura ci si sente nudi e inermi. Sappiamo bene che indossarla per molti è una scocciatura, ma una volta abituati sarà difficile accendere il motore senza averla addosso. Non si tratta solo di una disposizione del Codice della strada, ma di un semplice gesto di buonsenso che non vi costa nulla e inoltre è obbligatorio! Non farlo significa rischiare molto più di una semplice contravvenzione. Allacciare la cintura e mettere i bambini nell’appropriato sedile (che varia in base all’età dell’infante) è un gesto fondamentale per la sicurezza stradale e potrebbe salvare la vostra vita e quella dei vostri cari.

6. Sulla neve frenare il meno possibile

Se siete circondati di neve ricordatevi che l’aderenza degli pneumatici all’asfalto è inferiore, cercate di percorrere le discese in seconda marcia, sterzando in maniera più graduale possibile. Usate il freno motore, con particolare attenzione alle scalate troppo repentine! Per una guida sicura in auto è fondamentale avere pneumatici che aderiscano sempre perfettamente al fondo stradale. L’obbligo di dotare la vostra macchina di mezzi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio o pneumatici invernali (secondo la direttiva del Ministero dei Trasporti del 13 gennaio 2013) può salvarvi la vita!

7. Quale velocità in autostrada

Guidare troppo piano in autostrada può provocare incidenti allo stesso modo di quanto non avvenga a velocità elevate. I limiti di velocità in autostrada sono stabiliti dall’art.142 del Codice della strada e prevedono una velocità massima di 130 Km/h e una minima di 80 Km/h. E’ importante rispettare entrambi i parametri, poiché stare al di sotto, costringe gli altri automobilisti a un sorpasso, ed è proprio in queste manovre che avvengono il maggior numero d’incidenti. Per questo motivo, tra le tecniche di guida sicura, si consiglia in primis di mantenere una certa distanza di sicurezza dagli altri veicoli.

8. Entrambe le mani sul volante sempre

Mantenere sempre le mani sul volante è la prima regola da apprendere, la mano fissa sul cambio è un’abitudine errata e fuorviante. Anche il cellulare o la radio non devono distogliervi dal volante. Evitate dunque di rispondere al telefono, di inviare messaggi o visualizzarli, per guidare in modo sicuro bisogna essere concentrati sulla carreggiata e vigili.

9. Guida sicura in caso di pioggia

Guidare con la pioggia o con la neve richiede una maggiore attenzione. Ricordarsi sempre che in queste condizioni l’aderenza degli pneumatici all’asfalto è inferiore, occorre dunque evitare brusche frenate, tenendosi lontano dal ciglio della strada, poiché i possibili sbandamenti potrebbero portarvi fuori carreggiata. In caso di forti piogge e di conseguente “acquaplaning”, ovvero ristagni di acqua in carreggiata che fanno letteralmente navigare l’auto, mantenete la calma e usate il pedale del freno con prudenza; non appena si riacquisterà aderenza l’uso improvviso dello stesso potrebbe farvi perdere del tutto il controllo. Quello che vi consigliamo di fare è di impugnare fermamente il volante, preparandovi al fulmineo “riacquisto d’aderenza”, mantenendo la direzione dello sterzo per tutta la durata del fenomeno. Queste regole di base valgono anche per una guida sicura in moto, poiché possono tutelarvi dai rischi di sbandamento e/o da pericolose cadute.

10. In autostrada allunga la vista

Cercate di avere sempre vetri puliti per evitare i riflessi, visualizzare bene la carreggiata è fondamentale per i possibili pericoli stradali. Concentrare la vista solo sull’auto che ci precede, è sbagliato, poiché se il conducente davanti a noi dovesse frenare di colpo per un ostacolo, reagiremmo solo all’accensione dei suoi stop e quindi in ritardo. Se invece noi avessimo visto prima di lui l’ostacolo, perché maggiormente attenti, saremmo in grado di reagire in tempo per evitare una possibile collisione.

Se ancora non vi sentite, troppo sicuri al volante, potreste cercare un corso di guida sicura in auto nelle vicinanze, o se volete approfondire le vostre conoscenze, potreste scegliere tra i vari corsi di guida sicura moto e/o guida sportiva per auto. Insomma, ci sono molte possibilità per imparare a guidare in modo sicuro, preparandosi ad affrontare situazioni d’emergenza, evitando il panico dell’inaspettato.

Marilena Locorotondo

Graphic Designer e Web Content Editor. Esperta di comunicazione e blogger per passione. Ama viaggiare, leggere e visitare musei d'arte.
Segue con interesse ed entusiasmo il settore automotive e tutte le ultime novità dal mondo delle autoscuole e della patente.

Quiz e manuale patente sul tuo cellulare gratis