Limiti di velocità: Autovelox Tutor e multe 2017

Per chi viaggia in auto è indispensabile conoscere i punti del Codice della strada che regolano i limiti di velocità imposti dalla legge, gli strumenti con i quali avvengono i controlli (Autovelox e tutor) e le conseguenze in caso di infrazione del Codice. Scopriamo insieme tutti i dettagli!

Limiti di velocità: Autovelox Tutor e multe 2017
L’articolo 142 del Codice della Strada riguarda la normativa in vigore per i limiti di velocità al volante. La funzione degli autovelox e dei dispositivi di controllo elettronico della stessa è appunto quella di fare in modo che le automobili procedano nei termini indicati dalla legge, per ridurre la probabilità d’incidenti stradali e promuovere la guida sicura e responsabile.

Quale limite velocità su Autostrade?

Sulle autostrade italiane il limite di velocità massima è di 130 km orari. Se le condizioni atmosferiche non sono ottimali tale valore scende invece a 110 km e nel caso di nebbia (visibilità minore di 100 metri e presenza del segnale di limite velocità massimo accanto al segnale classico) la velocità scende ulteriormente a 50 km orari.

Strada extraurbana principale: quale velocità alla guida?

Le extraurbane principali si riconoscono dai cartelli che riportano il simbolo blu e sono simili alle autostrade perché hanno due carreggiate delimitate. Il limite di velocità sulle stesse è pari a 110 chilometri orari. In caso di maltempo tale valore scende a 90 km e come per le autostrade nel caso di nebbia (e presenza del segnale di limite velocità massimo accanto al segnale classico) la velocità cala ulteriormente a 50 chilometri orari.

Limite velocità su strade extraurbane secondarie e su strade urbane

Le prime sono vincolate a velocità massima di 90 chilometri orari; esse coprono tratti abbastanza lunghi e non hanno la separazione tra le carreggiate. Rientrano in questa categorie anche alcune statali. Il limite di velocità sulle strade urbane invece è di 50 km orari.

Limiti velocità neopatentati 2017

Nella circolazione stradale, per chi è un neopatentato (patente B, A2, A, B1) per i primi 3 anni il limite di velocità massima si abbassa a:
  • 100 km/h in autostrada;
  • 90 km/h sulle statali extraurbane principali.
Indipendentemente da cilindrata e potenza del veicolo. Le suddette limitazioni riguardano i primi trentasei mesi dalla data di conseguimento della patente, proprio perché l’inesperienza potrebbe portare a una “guida non sicura” e stabile e a una cattiva tenuta di strada di fronte ad imminenti pericoli.

Come funzionano autovelox fissi e mobili?

In Italia i sistemi di autovelox più usati sono quelli che utilizzano le fotocellule. La tecnologia nelle postazioni fisse e mobili è la stessa, il loro funzionamento è semplice: quando la parte anteriore della macchina attraversa la prima fotocellula è avviato un timer che si blocca quando l'auto attraversa la seconda. Il calcolo è rigoroso e si basa sulla formula che mette in relazione velocità, tempo e distanza: v = s/t. Se l'autovelox registra una velocità superiore a quella consentita, allora scatta una foto alla targa dell'auto, questa è automaticamente inviata via rete ai sistemi centrali della Polizia di stato ed è disponibile alla stessa per una contestazione immediata al conducente.

Come funziona il Tutor?

Il sistema Tutor anche chiamato Safety Tutor o SICVE, è un dispositivo di controllo della velocità gestito dalla Polizia stradale. Esso si differenzia dall’Autovelox perche controlla la velocità media dell’auto invece di quella singola, rilevata dall’autovelox. Il sistema Tutor controlla tale valore su tratti lunghi circa 20 chilometri. Oggi si trova principalmente sulle autostrade, ma alcune installazioni sono state montate anche su superstrade e tangenziali.

Autovelox e Tutor 2017: dove sono?

Per chi ama guidare e vuole evitare le multe con autovelox per l’eccesso di velocità, la Polizia di Stato rende pubbliche le tratte stradali, dove sono operativi, gli strumenti di controllo della stessa. Un modo per invitare gli automobilisti ad auto-controllarsi al volante, moderando l’andatura e prevenendo gli incidenti stradali. L’elenco degli autovelox è aggiornato settimanalmente, è possibile controllare dunque:
Evidenziamo che è importante tenere la velocità sotto controllo, aldilà della presenza o meno dei dispositivi elettronici di vigilanza, guidando in modo rilassato e responsabile.

Vuoi avere sul tuo smartphone, l’app leader italiana per la rilevazione in tempo reale con le postazioni costantemente aggiornate che ti invia le segnalazioni in real time? Scarica ora Autovelox! per iOS o Android.


Termine di notifica multa autovelox

Il termine massimo per notificare una multa con autovelox è di 90 giorni. La procedura si attiva attraverso una raccomandata postale, che attesta il verbale all’automobilista catturato dall’Autovelox. In caso di ritardi la multa viene annullata. Questa regola è definita chiaramente dal Codice della Strada: il termine dei 90 giorni scatta dal momento in cui viene effettuata l’infrazione, non dal suo accertamento.

Multa Autovelox: quando si annulla la sanzione!

Per quanto riguarda le multe con autovelox, la normativa in vigore è molto rigida, tra i requisiti indispensabili per la legittimazione delle stesse vi sono:
  • la segnalazione preventiva dell’autovelox all’automobilista.
  • l’avvertimento all’automobilista della presenza del dispositivo di controllo, tramite cartelli fissi o mobili ben visibili, posti a una distanza massima di 4 chilometri per consentirgli di rallentare;
Sull’argomento si è pronunciata la Cassazione civile, attraverso una sentenza n. 5997 del 14 Marzo 2014. Nel caso specifico un automobilista, dopo essere stato sanzionato per eccesso di velocità con l’autovelox, ha contestato l’omessa segnalazione della postazione di rilevamento, vincendo la causa.

Autovelox Multe e punti patente 2017

Per i trasgressori dei limiti di velocità segnalati da Autovelox e tutor la multa cresce al crescere della differenza con il valore imposto. In particolare vi segnaliamo che si è costretti a pagare:
  • una multa dai 39 ai 159 euro: con velocità fino a 10 km/h superiore al limite;
  • una sanzione dai 159 e i 639 euro e 3 punti in meno sulla patente: con velocità oltre i 10 km/h e fino a 40 km/h superiore al limite;
  • multa dai 500 ai 2.000 euro, 6 punti in meno sulla patente e sanzione accessoria di sospensione della patente da 1 a 3 mesi: con velocità oltre 40 km/h e non oltre i 60 km/h superiore al limite;
  • multa tra i 779 euro e i 3.119 euro, 10 punti sottratti dalla patente e sospensione della stessa tra i 6 ed i 12 mesi: se si supera il limite di oltre 60km/h.

Tolleranza multe con Autovelox e tutor

Il sistema di determinazione delle multe ha una tolleranza pari a 5 km/h fino a 100 km/h che sale al 5% sopra i 100 km/h. Se si viaggia in autostrade il limite si sposta a 130 + il 5%, e quindi a 136,5 km orari.

Marilena Locorotondo

Graphic Designer e Web Content Editor. Esperta di comunicazione e blogger per passione. Ama viaggiare, leggere e visitare musei d'arte.
Segue con interesse ed entusiasmo il settore automotive e tutte le ultime novità dal mondo delle autoscuole e della patente.

Quiz e manuale patente sul tuo cellulare gratis