I 10 peggiori incubi al volante

Quali sono gli errori e le manovre di guida che terrorizzano maggiormente i neopatentati e chi vuole superare l’esame per la patente? Ripercorriamo insieme gli incubi peggiori per i neo - automobilisti, cercando le soluzioni più adeguate per non subire scherzi al volante!

I 10 peggiori incubi al volante
Il terrore al volante può causare terrore e panico a Halloween come in ogni periodo dell’anno, ma quali sono gli errori più comuni e rischiosi in cui si può ‘incappare’ nonostante le numerose esercitazioni alla guida? Quali sono le norme da conoscere dettagliatamente per non subire scherzi e multe?

1 - Esame Patente 2017: trick or treat?

Se avete il terrore di non superare l’esame per la patente di guida vi occorre ricordare soltanto che nel corso della prova gli esaminatori devono prestare particolare attenzione al vostro stile di guida, il quale deve essere assolutamente prudente e sicuro. Lo stress è bandito, il sorriso è richiesto, tenendo presente che la valutazione si baserà sull’immagine complessiva del futuro automobilista, in merito ai seguenti elementi:
  • stile di guida, adeguato e sicuro (che tenga conto delle condizioni meteorologiche e di quelle della strada);
  • condizioni di traffico;
  • interesse verso gli altri utenti della strada, anticipandone le mosse (in particolare i più deboli, bambini,ciclisti…);
Niente scherzi dunque! Non c’è da aver paura perché durante la prova di guida per la patente basterà soltanto mostrare padronanza del veicolo, affrontando in piena sicurezza il traffico e i possibili pericoli della strada.

2 - Multe per violazione dei limiti su cilindrata e potenza (Kw)

Se siete neopatentati e avete il timore di trasgredire la normativa in vigore e subire multe e sansioni vi occorrerà soltanto ricordare che per il Codice Stradale, i neo - titolari di patente di guida categoria B conseguita dopo il 9 febbraio 2011, non sono autorizzati a guidare:
  • autoveicoli con potenza specifica (tara) superiore a 55 kW per tonnellata (kW/t);
  • autoveicoli con potenza massima pari a 70 kW, 95 cavalli.
Per essere sicuri che il vostro veicolo rispetti queste caratteristiche, dovete analizzare la carta di circolazione dello stesso. Evidenziamo che quelli di categoria M1 comprendono i veicoli destinati al trasporto di persone, fino a un massimo di 8 posti a sedere oltre al conducente.

3 - Multa shock per velocità e sospensione della patente

Se avete appena superato l’esame della Patente e avete l’incubo di subire una scioccante multa e la sospensione del vostro documento di guida, tirate un sospiro di sollievo perché per evitare quest’inconvenienti basterà seguire le regole imposte dall’articolo 117 del Codice della Strada. Secondo lo stesso, gli automobilisti che hanno conseguito la patente da meno di tre anni, devono rispettare minuziosamente i limiti di velocità massima imposti dalla legge per le patenti di categorie A2, A, B1 e B:
  • 100 Km/h in autostrada;
  • 90 Km/h sulle strade extraurbane principali, ossia le statali;
Il neopatentato che viola tali disposizioni è soggetto al pagamento di una multa per eccesso di velocità e alla sospensione della patente da 2 ad 8 mesi (le limitazioni alla guida e alla velocità sono automatiche e cominciano dalla data di superamento dell’esame, l’art.121). La sanzione amministrativa corrisponde al pagamento di una somma che va da 152 a 608 euro; da sommare alla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della validità della patente.

4 - Auto - neopatentati: quando dura l’incubo di guidare l’auto sbagliata?

Neopatentati al volante: non abbiate timore che i limiti su cilindrata e potenza delle vostre auto siano infiniti! Secondo il comma 2-bis dell’articolo 117 (Codice della Strada) il vostro ‘limite sulla potenza auto’ dura un solo anno. L’incubo di guidare l’auto sbagliata non proseguirà oltre i dodici mesi, in cui avrete raggiunto un perfetto ‘rodaggio al volante’ e potrete finalmente scegliere con libertà quale veicolo guidare.
Nel caso in cui si volesse verificare che il veicolo che s’intende guidare rientri nei limiti in vigore per i neopatentati alla guida, è possibile collegarsi e inserire la targa dello stesso nell’area apposita del sito il Portale dell’automobilista (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti).

5 - L’angoscia di un attacco di panico all’esame di guida 2017

Il panico e l’ansia sono potenti nemici della patente, possono ostacolare le esercitazioni al volante e soprattutto ‘rovinare’ la performance durante l’esame di guida. Per non subire l’influsso ‘malefico’ delle paure al volante occorre fare l’esame solo quando ci si sente veramente sicuri, ricordando che la prova pratica della patente è una guida come le altre e l’esaminatore vi chiederà di rifare cose che voi avrete già fatto almeno due volte. Per affrontarle a testa alta dovete:
  • concentrarvi sull’obiettivo della patente da raggiungere;
  • non sconfortarvi di fronte alle critiche dell’istruttore durante le esercitazioni di guida, cogliendone invece i consigli per il giorno della prova;
  • ricordarvi che l’esaminatore è solo un tecnico addetto ad assegnare la patente di guida, non vuole e, di fatto, non può deliberatamente ostacolarvi;
  • esercitarsi a portare a bordo anche due persone, per abituarsi alla condizione in cui ci si troverà il giorno dell’esame; 
  • ignorare le critiche e i luoghi comuni di chi è stato bocciato, spesso si da agli altri la responsabilità dei propri fallimenti.

6 - Niente scherzi al volante: tolleranza alcool zero per i Neopatentati!

Non fate scherzi alla guida! L’attuale normativa italiana stabilisce come valore limite legale il tasso di alcolemia di 0,5 g/litro, guidare un veicolo oltre questo limite, e quindi in stato di ebbrezza, costituisce un reato, punito con la perdita di 10 punti della patente e severe sanzioni (articoli 186 e 186 bis del Codice della Strada). Nello specifico, per i Neopatentati vale la regola del tasso alcolico zero, la legge attesta infatti che nei primi tre anni dal conseguimento della patente B e fino al compimento dei 21 anni di età, è vietato guidare dopo aver assunto bevande alcoliche, in qualsiasi quantità! La norma riguarda anche i guidatori professionali in genere.

7- L’incubo di essere bocciati all’esame di guida

Se siete ossessionati dalla paura di essere bocciati all’esame di guida ricordate che è possibile ripetere l’esame a distanza di un mese e un giorno. Se il foglio rosa è ancora valido, in questo periodo, è fondamentale esercitarsi il più possibile senza ingigantire l’accaduto. Provate a pensare che la bocciatura all’esame della patente è semplicemente la constatazione di non essere ancora del tutto pronti a guidare un’automobile. Concedendovi un po’ di tempo in più per le esercitazioni di guida potreste acquisire la giusta padronanza del veicolo e accettare che ancora non eravate pronti a guidare da soli. Le paure si affrontano tutte e vincerle è meraviglioso!

8 - Esame di guida 2017: il terrore della manovra di parcheggio

Paura della manovra di parcheggio? No, problem! Farsi prendere dall’ansia non serve, occorre invece ricordarsi che per ogni parcheggio è fondamentale: mettere la freccia prima di parcheggiare e anche quando si esce dal parcheggio; evitare di girare il volante a macchina ferma; dosare la frizione per avanzare molto lentamente; finire la manovra di parcheggio con le ruote della macchina diritte. Ricordatevi che nel valutare tale manovra l’esaminatore potrebbe chiedervi di mostrargli il parcheggio: a spina di pesce (in parallelo); a L o obliquo (necessario quando ci sono i parcheggi ‘a pettine’); a S (in retromarcia); in piano o in pendenza. Esercitarsi ed essere pronti vi eviterà qualsiasi colpo di scena!

9 - L’orrore dei killer della strada

Smartphone e distrazione alla guida sono inseriti al primo posto nelle classifiche delle cause di incidenti stradali! Per questo motivo le punizioni contenute nell’articolo 173 del Codice stradale sono state irrigidite nei mesi scorsi, per chi utilizza il telefono alla guida senza l’ausilio di vivavoce e bluetooth. Evitate spiacevoli sorprese e pericolose scelte di guida, le nuove pene prevedono infatti pesanti ammende, tra le quali: una sanzione che va da 322 a 1294 euro, per coloro i quali sono beccati col cellulare alla guida la prima volta; una sanzione che va da 644 a 2588 euro, per chi è sorpreso col cellulare al volante la seconda volta. Evidenziamo inoltre che con la nuova normativa si punisce chi usa cellulare, tablet e altri dispositivi alla guida con l’immediata sospensione della patente (1 a 3 mesi, per la prima volta e in caso di recidiva da 2 a 6 mesi), più la decurtazione di 5 punti la prima volta, che diventano poi 10 al secondo giro.

10 - Manovre di guida da panico!

Per superare la prova pratica della patente occorre abbandonare le ansie ed eseguire nel modo corretto le manovre di guida più usate, che spesso sono quelle in cui si sbaglia con più frequenza. Tra queste vi segnaliamo di esercitarvi il più possibile nel compiere in modo corretto almeno due manovre tra quelle indicate di seguito, di cui almeno una a marcia indietro:
  • marcia indietro in linea retta o con svolta a destra o a sinistra, mantenendosi nella corretta corsia; inversione del veicolo, ricorrendo sia alla marcia avanti che alla marcia indietro;
  • parcheggio del veicolo ed uscita dallo spazio di parcheggio (allineato, a pettine dritto o obliquo; marcia avanti o indietro; in piano o in pendenza);
  • frenata di precisione rispetto a un punto di arresto predeterminato; l’esecuzione di una frenata di emergenza è facoltativa.
Durante le esercitazioni di guida, con l’istruttore dell’Autoscuola di fiducia, puntate sul corretto svolgimento di queste manovre, per essere promossi all’esame pratico della patente b. Vedrete che i vostri incubi peggiori spariranno all’istante.

Marilena Locorotondo

Graphic Designer e Web Content Editor. Esperta di comunicazione e blogger per passione. Ama viaggiare, leggere e visitare musei d'arte.
Segue con interesse ed entusiasmo il settore automotive e tutte le ultime novità dal mondo delle autoscuole e della patente.

Quiz e manuale patente sul tuo cellulare gratis